Se si è giunti al punto in cui si è in sovrappeso, o obesi, vuol dire che qualcosa non era corretto nello stile di vita e in particolare nell'alimentazione precedente, e quindi va modificato radicalmente. E' impensabile proporre ad una persona di seguire una dieta dimagrante per un determinato periodo di tempo e dopo permetterle di tornare alle precedenti abitudini alimentari errate.
Gli studiosi hanno chiesto a 74 persone adulte con diabete di tipo 2 di ridurre di 500 calorie l’apporto giornaliero per sei mesi di tempo. Metà dei partecipanti ha seguito una dieta vegetariana, l’altra metà un’alimentazione tradizionale che includeva anche la carne. All’inizio dello studio e periodicamente nel corso dell’analisi i ricercatori hanno sottoposto i soggetti a risonanza magnetica.

Per perdere grasso corporeo, incluso il grasso addominale, si dovrà creare un deficit calorico, sia riducendo l’apporto calorico da alimenti in modo che il vostro corpo deve attingere alle riserve per l’energia (come il grasso immagazzinato nel corpo) o aumentando fisico attività. per perdere 1 chilo a settimana, è necessario creare un deficit settimanale di 3.500 calorie . Questo può essere fatto riducendo l’apporto calorico giornaliero di 500 calorie (500 calorie x 7 giorni = 3.500 calorie). La maggior parte dei professionisti della salute raccomandano la creazione di un deficit calorico di 3.500 a 7.000 a settimana per la perdita di peso sano e di successo. Un deficit estremo (un deficit di oltre 7,000-10,500 calorie a settimana) può compromettere le funzioni corporee e anche causare anomalie del ritmo cardiaco, che può essere fatale.


Probabilmente l'unico motivo che spinge questi "esperti" è puramente di ritorno economico e pubblicitario. Spesso queste diete sono accompagnate da interi pacchetti di prodotti a marchio, i loro creatori si proclamano "geni" o incompresi dalla comunità scientifica, e riescono grazie alla complicità dei media a crearsi un seguito di veri e propri adepti, che grazie al buon vecchio passaparola riescono a fare di una idiozia la nuova moda del momento.

Ci sono due tipi principali di grasso nella zona di vita. Il grasso viscerale , immagazzinato sotto gli addominali, si deposita tra gli organi interni. Questo è il tipo di grasso addominale dà stomaco una “pancia di birra” o aspetto “ventre piatto”, in cui l’addome sporge ma allo stesso tempo sente difficile quando si tocca. Grasso sottocutaneo , invece, viene memorizzato solo sotto la pelle. Si tratta di ciò che dà una pancia un flaccido, aspetto traballante. Entrambi i tipi di grasso della pancia può essere dannoso per la salute, ma il grasso viscerale ancora di più.


Oltre ai cibi integrali il programma alimentare prevede dei frullati proteici. Quelli a basso contenuto di carboidrati sono ideali per piccoli pasti o spuntini, mentre quelli con un rapporto di carboidrati maggiore sono più indicati come pasti pre- e post allenamento. Ricorrete agli integratori proteici per fornire all'organismo tutti i nutrienti di cui necessitano per il mantenimento dei muscoli.
×