La lista delle ricette è infinita, con un pizzico di creatività si può frullare e centrifugare di tutto. I fanatici del benessere vi aggiungono anche integratori (i cosiddetti booster come estratti in polvere di alghe, tè verde, antiossidanti), i più golosi si limitano a soddisfare le esigenze del palato con combinazioni più dolci. C’è quello depurativo, anticellulite, rigenerante, dimagrante, quello che rinforza le difese immunitarie, quello che sgonfia e altri ancora, così colorati e invitanti da farci pensare che solo a berli ne trarremo beneficio. La passione per gli smoothies, questo il nome moderno dei beveroni a base di frutta e verdura frullate in acqua, latte o yogurt, non deve però fuorviarci: la realtà è che non esiste un elisir salutare per eccellenza. Il valore di una dieta liquida è piuttosto racchiuso nell’apporto di micronutrienti essenziali per far funzionare al meglio il nostro organismo, allontanandoci da possibili deficit nutrizionali. Alla base, però, ci deve essere una dieta quotidiana che metta in tavola, ogni giorno, una grande varietà di alimenti, limitando il consumo di grassi, le bibite zuccherate e gli alcolici. Succhi, spremute e frullati possono essere, ad esempio, un valido stratagemma per convincere i bambini ad assumere le tanto detestate verdure sotto un’altra forma, mitigandone il sapore. Oppure una scelta dettata dal caldo, quando sotto l’ombrellone non vogliamo appesantirci e sentiamo l’esigenza di rinfrescarci e idratarci. Nessun ruolo depurativo in senso stretto: in assenza di patologie e quando ci alimentiamo in modo corretto, i nostri fegato e reni assolvono il loro dovere di eliminare i rifiuti delle attività metaboliche.
Per la cena si può optare anche per una frittata “light”, che si può preparare senza grassi (per esempio cuocendola in forno) e utilizzando soltanto gli albumi e naturalmente tante verdure. Vellutate e minestre sono ideali per la cena e il brodo di verdure è una miniera di sali minerali. Una fettina di pane integrale e formaggio spalmabile con meno del 5% di grassi concludono il menù.
L’acqua non fornisce calorie, ma può aumentare la sensazione di pienezza. In realtà, è stato suggerito che bere grandi volumi di acqua ghiacciata potrebbe effettivamente bruciare calorie. Questo perché l’acqua di ghiaccio deve essere riscaldata alla temperatura del corpo quando entra nel corpo, che richiede energia (calorie). Il consumo di 2 litri di acqua ghiacciata al giorno si tradurrebbe in circa 70 calorie extra bruciate.
🎈 SUL PRODOTTO: Il nostro Glucomannano è un coadiuvante per la perdita di peso nelle diete dimagranti. 120 capsule da 500 mg in una confezione richiudibile con indicazioni in italiano. Integratore adatto a vegetariani e vegani, privo di glutine, amido e lattosio. Dosaggio consigliato: 6 capsule giornaliere, 2 capsule mezz'ora prima di un pasto e con liquidi a sufficienza.
Gli studiosi hanno chiesto a 74 persone adulte con diabete di tipo 2 di ridurre di 500 calorie l’apporto giornaliero per sei mesi di tempo. Metà dei partecipanti ha seguito una dieta vegetariana, l’altra metà un’alimentazione tradizionale che includeva anche la carne. All’inizio dello studio e periodicamente nel corso dell’analisi i ricercatori hanno sottoposto i soggetti a risonanza magnetica.
English: Lose Body Fat, Português: Reduzir o Nível de Gordura Corporal, Deutsch: Körperfett abbauen, Français: faire perdre de la graisse à votre corps, 中文: 降低体重, Español: perder tu grasa corporal, Nederlands: Lichaamsvet kwijtraken, Русский: избавиться от телесного жира, Bahasa Indonesia: Menghilangkan Lemak Pada Tubuh, Čeština: Jak se zbavit tělesného tuku, Tiếng Việt: Giảm Mỡ thừa trong Cơ thể, हिन्दी: वजन कम करें, العربية: إنقاص الوزن, 한국어: 살을 빼는 방법, ไทย: ลดไขมันในร่างกาย
it ricorda la sua risoluzione del 25 novembre 2010 sulla situazione nel Sahara occidentale; denuncia il proseguimento della repressione contro la popolazione saharaui nei territori occupati e chiede il rispetto dei suoi diritti fondamentali, in particolare della libertà di associazione, di espressione e di manifestazione; chiede la liberazione degli 80 prigionieri politici saharaui, prioritariamente dei 23 detenuti senza processo dal novembre 2012 nella prigione di Salé a seguito dello smantellamento del campo di Gdeim Izik; reitera la sua richiesta di istituire un meccanismo internazionale per la sorveglianza dei diritti umani nel Sahara occidentale e di una soluzione giusta e durevole del conflitto fondata sul diritto all'autodeterminazione del popolo saharaui conformemente alle risoluzioni delle Nazioni Unite;
En algo en lo que no van desencaminadas las recomendaciones es que la restricción calórica es la vía para la pérdida de peso. Pero erran en el método, advierte la experta. "Lo primero es hacer una valoración del estado nutricional del paciente. Se deben identificar posibles situaciones fisiológicas o patológicas que requieran tratamiento. Con toda la información, se elabora una dieta adaptada y personalizada. En caso de tener que tratar el sobrepeso, se llevará un control del aporte calórico pero asegurando la calidad de la dieta. Es decir, que exista un equilibrio nutricional".
Un consiglio da non sottovalutare, la modifica del rapporto dei macronutrienti deve avvenire diminuendo i carboidrati ed aumentando le proteine in modo lento e graduale, perché modificare le proporzioni molto velocemente può rivelarsi un grande errore, che rischia di causare diminuzione della massa muscolare, della forza e dalle resistenza, per non parlare poi della sensazione di deprivazione e letargia. Sebbene siano molto efficaci, i regimi alimentari a basso contenuto di carboidrati possono essere difficili da rispettare, soprattutto all'inizio.
×