Gli autori dello studio ritengono che le persone che hanno seguito la dieta vegana abbiano ottenuto maggiori successi per alcuni semplici motivi. Prima di tutto, hanno assunto più cibi a base di fibre, che aumentano il senso di sazietà e impediscono di mangiare troppo; in secondo luogo, la dieta vegana comporta una minore assunzione di grassi e quindi di calorie.
Per bruciare grassi, il corpo ha bisogno di mangiare in modo tale che abbia sempre una fonte di energia a cui attingere senza avere mai la sensazione di fame. Quindi, no assoluto a diete da fame o al di sotto delle 1000 calorie al giorno, questo perché si impigrisce il metabolismo e il corpo “preoccupato” di dover sopravvivere a prolungati digiuni, invece di bruciare i grassi, li immagazzina come riserva con il risultato di aumentare di peso invece di perderlo.
Attenzione, però, eliminare la carne non significa automaticamente consumare meno calorie! Anzi, smettendo di assumere carne si potrebbe incorrere nell'errore si sostituirla con alimenti molto calorici come i formaggi grassi e il latte e mangiando più pane e pasta. In generale, per perdere peso bisogna seguire una dieta equilibrata, che includa una grande varietà di frutta, verdura, legumi e cereali ed evitare i cibi spazzatura che forniscono calorie vuote.
Dietas líquidas normalmente são indicadas para processos pré-operatórios ou pré-exames. Mas, também há pessoas que acreditam que ao se alimentarem apenas por líquidos, podem reduzir o peso. Todos tomam sucos e bebidas frequentemente, e foi com esse pensamento que essa dieta foi criada: tornar os acompanhamentos das refeições na maior parte ou totalidade da alimentação.
In contesti ipocalorici, quindi generalmente ipoglucidici, anche il fegato svolge un ruolo regolatorio, però rispetto alla leptina ha un effetto più a breve termine: si ricordi infatti, che questo organo deposita glucosio sotto forma di glicogeno per una quantità di circa 100-110 grammi. Quando questa quantità viene depauperata si assiste quindi a un aumento dei processi catabolici del nostro organismo.
Ci sono diversi studi che dimostrano la sua efficacia. In uno studio, 176 persone sono state divise in 2 gruppi in cui 1 ha usato glucomannano e l'altra una pillola falsa (placebo). Dopo 5 settimane c'è stata una perdita di peso significativa nel gruppo del glucomannano. Un altro studio, pubblicato nel British Journal of Nutrition, ha indicato chiaramente che il glucomannano ha aiutato le persone a perdere 10 chili in 16 settimane senza alcuna attività fisica o alcun cambiamento nella dieta.
Сiaо! Mi dispiaсe di nоn essere stata tantо presente ultimamente, ma nоn hо avutо il tempо di rispоndere a tutte le vоstre dоmande. Però hо nоtatо сhe ruоtanо tutte attоrnо lо stessо prоblema: соme dimagrire una vоlta e per sempre. E оvviamente senza danni alla salute! Allоra hо deсisо di riunirle tutte in questо pоst e raссоntarvi соme hо persо quegli оdiati 24 kg.
* La mossa successiva consiste nell'inserire nel vostro programma 40/50 minuti d'allenamento aerobico al giorno. Se non siete abituati al lavoro aerobico procedete per gradi. La prima settimana, eseguite  sessioni di 20/30 minuti d'aerobica ad intensità moderata, come camminata in salita a ritmo moderato. Ogni settimana eseguite un giorno d'aerobica in più aumentando la durata di cinque  minuti per sessione fino ad arrivare  ad eseguire cinque o sei sessioni di 40/50 minuti a settimana. Mantenete costante l'intensità ad un  livello moderato poiché un allenamento più intenso tende a favorire il consumo della massa muscolare piuttosto che il grasso corporeo.
×