REALIZZATO NELL'UNIONE EUROPEA CON INGREDIENTI DI ALTA QUALITÀ: Tutti i nostri prodotti sono stati realizzati secondo gli standard e le normative europee e sempre selezionando i migliori ingredienti e la migliore qualità. Il nostro team di nutrizionisti garantisce che tutti i nostri prodotti soddisfino sia le normative che le aspettative sul prodotto.
Le capsule contenenti fibra vegetale di glucomannano, vengono estratto dalla radice konjak. Queste capsule, prese con dell'acqua appena prima del pasto, si gonfiano moltiplicando il proprio volume. Grazie alla capacità di rigonfiamento si crea una sensazione di sazietà piacevole e duratura, e il corpo è meno soggetto a desiderio di cibo. Ecco come perdere peso senza rimanere con la fame!
Si dovrebbe puntare per almeno 4 porzioni di verdura ogni giorno. Questo significa ½ tazza di verdura cotta o cruda 1 tazza. Fino a quando il vegetale non è sormontato da una medicazione grassi o salsa, si può mangiare il maggior numero di porzioni che vuoi da questo gruppo. Almeno 1 dei tuoi porzioni di verdura dovrebbe essere ricchi di calcio, verdure a foglia verde scuro, come broccoli, cavoli, o cavoli.
it Le spese per traduzione ed interpretazione, per le prestazioni informatiche, le spese relative al materiale e alle attrezzature durevoli o consumabili verranno prese in considerazione solo se e in quanto rappresentino un sostegno necessario per la realizzazione dell'azione comune e potranno ricevere un finanziamento massimo pari al 50 % della sovvenzione che può arrivare all'80 % ove ció sia indispensabile in considerazione della natura dell'azione.
La dieta vegetariana è un argomento oggetto di molte polemiche per anni. Da un lato, il vegetarianesimo ha molti seguaci e, d'altra parte, è considerato una dieta che può causare molti effetti indesiderati. Che cosa è il vegetarianesimo? Perché provoca reazioni così estreme? Quali sono i suoi principi fondamentali e a cosa dovrebbe prestare particolare attenzione il vegetariano? Le risposte a tutte queste domande si trovano nell'articolo.
Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.
Modo de Preparo: Refogue em uma panela o alho, cebola, gengibre e o salsão no óleo de coco; junte o repolho, salsinha, couve, brócolis, couve-flor e o chuchu, cubra com água fervente e cozinhe até ficar al dente (não deixe os legumes ficarem mole demais). Retire do fogo, deixe esfriar um pouco, bata no liquidificador, coloque novamente na panela, acrescente o sal e a pimenta do reino, leve ao fogo para esquentar e depois sirva.
Anche alcune celebrità come Jennifer Lopez, Moby, Tobey Maguire e Lea Michele hanno affermato di aver adottato uno stile vegano per diverse ragioni, così come la nostra fitness coach Lunden, che è passata ad una dieta vegana (per il 95%), ha notato che dopo circa 5 anni si sente molto più energica e riesce a riposare meglio. Oggi ci rivolgiamo a tutti voi che iniziate una dieta vegana solo perché la segue una delle vostre celebrità preferite o perché volete perdere peso, per aiutarvi a fare questa transizione nel modo più consapevole ed efficace possibile.
Nella dieta vegana non solo è esclusa la possibilità di alimentarsi con alimenti animali, ma non viene previsto il consumo di alcun alimento che in qualche modo possa derivare dagli stessi: è quindi necessario dire addio al burro, alle uova, al latte, ai formaggi, alla margarina a base di siero di latte e a qualsiasi cosa che contenga gelatina proveniente da ossa e zoccoli di animali. Via libera, invece, a frutta, verdura, verdure a foglia verde, cereali integrali, noci, semi e legumi.

Diverso è invece il discorso relativo alla salubrità dell’alimentazione vegana, considerata da molti esperti troppo estrema e non sostenibile dall’organismo nel lungo termine. «I vegani, sempre che siano dei consumatori consapevoli, possono anche vivere bene, a patto, però, che integrino la vitamina B12 che non è presente in nessun alimento di origine vegetale - raccomanda Miggiano -. Inoltre si raccomanda sempre di intraprendere questo tipo di alimentazione con l’aiuto di un nutrizionista, ancora meglio di un medico». Se l’obiettivo è quello di perdere peso, diventando vegani, seppur con la «promessa» di tornare onnivori una volta buttati giù i chili di troppo, bisogna far sì che non vadano persi anche i nutrienti e le vitamine essenziali all’organismo. Altrimenti il gioco non vale la candela.
La tua dieta deve avere un ottimo equilibrio di proteine e grassi. Diversi studi dimostrano che nutrirsi di proteine magre, come quelle contenute nel pollo e in alcuni tagli di manzo, e di grassi sani presenti ne pesci, nell'avocado, nei frutti secchi e nei semi, promuove la perdita di grassi. Scegli proteine e grassi in cui non vi siano ormoni e che non siano stati elaborati industrialmente.
×