Una proteina e’ composta da una sequenza di aminoacidi e ti assicuro che gli aminoacidi sono identici sia che provengano da animali che da vegetali quindi i vegetariani no vanno incontro assolutamente a carenze proteiche, inoltre non mangiando carne introducono meno acido arachidonico ed omega 6 che se in eccesso provocano molte malattie! Inoltre gli antiossidanti e gli antiage anti radicali liberi li puoi trovare in quantita’ utile e significativa solo proprio nei vegetali colorati quindi…buona verdura a tutti e senza limiti!

Fatti una promessa. Perdere grasso richiede tempo, energia, sacrifici. Ci saranno momenti in cui sentirai la mancanza di cibi che ami, o sarai stanco di sentire i muscoli indolenziti dopo l'allenamento. La determinazione è uno dei più importanti fattori nel decretare il successo di una dieta. Senza di essa, ricadrai nelle vecchie abitudini e guadagnerai più peso di quello perso fino a quel momento.
trovo davvero molto utili ed interessanti questi ultimi articoli che hai pubblicato, con consigli ed indicazioni pratiche, molto semplici, ma che spesso ci si dimentica. Da quando mi sono avvicinata alla PNL sto cercando di osservare in modo diverso le persone che mi circondano, il loro modo di vedere le cose ed affrontarle e noto che spesso si pensa che per ottenere qualcosa di “importante” per se stessi (es.un obiettivo lavorativo, di studio, dimagrire, cambiare un comportamento poco utile…)si crede di dover fare qualcosa di ecclatante…Invece sono tanti piccoli gesti che fanno la differenza!
Gli alimenti ricchi in grassi e zuccheri devono essere consumati con parsimonia. Gli alimenti grassi includono i petroli, i condimenti dell'insalata, la crema, gli alimenti trasformati, le patatine fritte, i biscotti, le pasticcerie, gelato, gli alimenti dei dolci ecc. in questo gruppo forniscono le calorie e l'energia vuote sotto forma di grassi e di zuccheri. Sono poveri in altre sostanze nutrienti essenziali.
Tra queste ultime, adoperate correntemente nella pratica clinica, la formula di gran lunga più utilizzata oggi è l'Indice di Massa Corporea (Body Mass Index) che viene indicato con la sigla BMI. Esso rappresenta il valore che si ricava dividendo il peso espresso in kg per il quadrato dell'altezza del soggetto espressa in centimetri. Ecco quindi la formula usata per calcolare il peso ideale e/o il grado di obesità - grasso corporeo: BMI = peso corporeo (in Kg) / il quadrato dell'altezza (in Cm).
Quando accade questo, molte persone non capiscono che cosa stia succedendo e cercano di combattere il fuoco col fuoco. Pensano di risolvere muovendosi di più (fanno più cardio naturalmente), ma mentre questo aumenta il dispendio energetico, e quindi aiuta a perdere grasso, può anche accelerare la perdita di massa muscolare e danneggiare il metabolismo.
*Il secondo passo è modificare le proporzioni tra i macronutrienti. Modificate gradualmente ladieta in modo che l'apportocalorico provenga solo per il 40% dai carboidrati; per farlo continuando a soddisfare il fabbisogno calorico occorre ridurre l'apporto totale di carboidrati ed aumentare considerevolmente l'apporto proteico giornaliero. Personalmente consiglio di assumere 2,2 grammi di proteine per Kg di peso corporeo al giorno. Tuttavia, diminuendo il consumo dei carboidrati, l'assunzione di proteine dovrebbe aumentare tra il 2,5 e 3,3 grammi per Kg di peso corporeo. >L'apporto proteico è determinato dalla diminuzione dei carboidrati nella dieta e dalla massa magra iniziale. Maggiore è la rigidità della dieta e la qualità di grasso corporeo che desiderate perdere, maggiore dovrà essere l'apporto proteico necessario per compensare la rilevante riduzione di carboidrati.
×