En algo en lo que no van desencaminadas las recomendaciones es que la restricción calórica es la vía para la pérdida de peso. Pero erran en el método, advierte la experta. "Lo primero es hacer una valoración del estado nutricional del paciente. Se deben identificar posibles situaciones fisiológicas o patológicas que requieran tratamiento. Con toda la información, se elabora una dieta adaptada y personalizada. En caso de tener que tratar el sobrepeso, se llevará un control del aporte calórico pero asegurando la calidad de la dieta. Es decir, que exista un equilibrio nutricional".

Mangiare insalate verdi. Verde scuro, come romaine, indivia, spinaci e rosso-foglia di lattuga, contengono una varietà di antiossidanti e sono ricchi di fibre. O mangiare insalate prima del vostro pasto principale o il vostro pasto principale fare. Se si aggiungono i pinoli, e / o fagioli semi di lino, è possibile aumentare sia il contenuto e antiossidanti fibre.
Il risultato? Oltre il 90% delle persone che seguono una dieta riacquistano tutto il peso perso in poco tempo, aggiungendo anche qualche chilo in più. Infatti i piani dietetici low-carb e in genere quelli di bassa qualità provocano un rallentamento del metabolismo, che è un insieme di processi biochimici che avvengono nel corpo umano e scandisce il ritmo al quale una persona consuma le calorie introdotte. Dopo un periodo di dieta ipocalorica il corpo rallenta il metabolismo, per preservare le riserve e facilitare la sopravvivenza in condizione di scarsità, in questo caso di cibo. Quando si torna alla dieta normale, e si aumenta l'apporto calorico, il metabolismo rallentato non sarà in grado di consumare tutte le calorie introdotte, che concorreranno ad aumentare il vostro peso, aggiungendo più chili rispetto al peso prima della dieta.
Quando viene utilizzato con cautela e per il breve termine, gli integratori naturali come soppressori dell'appetito in grado di fornire a dieta con l'opportunità di sviluppare sane abitudini alimentari mentre la perdita di una piccola quantità di peso. Essi forniscono un sollievo temporaneo dal desiderio di cibo e assistere nel trattamento del mangiare compulsivo. Soppressori dell'appetito sono più efficace e vantaggioso quando usato in combinazione con altre strategie di perdita di peso ed esercizio fisico regolare.
Gli alimenti ricchi in grassi e zuccheri devono essere consumati con parsimonia. Gli alimenti grassi includono i petroli, i condimenti dell'insalata, la crema, gli alimenti trasformati, le patatine fritte, i biscotti, le pasticcerie, gelato, gli alimenti dei dolci ecc. in questo gruppo forniscono le calorie e l'energia vuote sotto forma di grassi e di zuccheri. Sono poveri in altre sostanze nutrienti essenziali.
Sia il dimagrimento che la ricomposizione corporea portano a modificare le quantità relative (%) dei vari compartimenti corporei, il che porta ad un risultato netto positivo in termini di forma fisica (nonché performance in molte attività sportive: tranne per i nuotatori, in cui una quantità di grasso leggermente superiore alla media degli atleti può avere dei risolti favorevoli, avere poco grasso corporeo in relazione alla massa muscolare si traduce in alcuni vantaggi in termini di prestazioni). Fare ricomposizione o dimagrire significa fare in modo che le proporzioni tra i compartimenti corporei massa muscolare e tessuto adiposo virino verso un miglioramento della forma fisica.
Per la perdita di peso ottimale, i vegetariani dovrebbero pianificare una dieta allo stesso modo di un non-vegetariano. Assicurandosi che una dieta è povera di grassi e nutriente è sempre fondamentale. I vegetariani possono mancanza di proteine, in modo da rendere sicuro che ci sono un sacco di buone fonti di questa vitamina nella dieta vegetariana è necessario. Alcuni alimenti ricchi di proteine ​​includono pesce (che alcuni vegetariani mangiano ancora), uova e latticini. Alcune buone fonti di proteine ​​sono anche ricchi di grassi, in modo da assicurarsi che le fonti di proteine ​​nella dieta sono quelli sani, come i fagioli, formaggio magro, burro di arachidi basso contenuto di grassi e cibo fatto di soia.
Le persone che hanno adottato una dieta vegetariana (niente carne, niente pesce, ma con la possibilità di mangiare uova e latte) o vegana hanno perso una media di 2,02 kg in più rispetto a quelli che hanno continuato a consumare carne e pesce . Tra i soggetti che non hanno mangiato né carne né pesce, ovvero i vegani, il peso è calato ancora di più, con una media di 2,52 kg persi.
In realtà non è la prima volta che uno studio conferma le potenzialità della dieta vegetariana nei confronti della perdita di peso. Sempre gli esperti del Physicians Committee for Responsible Medicine l’anno scorso avevano pubblicato una revisione di 15 studi condotti un po’ in tutta Europa e Stati Uniti, arrivando alla stessa conclusione: la dieta vegetariana consente di dimagrire più facilmente con una perdita di peso media di 10 chili in 44 settimane.
Occorre inoltre limitare al massimo il consumo di grassi saturi. Diminuire il numero dei tuorli d'uovo e prediligere gli albumi, i tagli di carne magra, come petto di pollo o tacchino, e carni rosse magre. Allo stesso tempo, aumentare il consumo di grassi salutari come gli oli di pesce, l'olio extravergine d'oliva, e l'olio di semi di lino. Usate il burro d'arachidi perché particolarmente energetico ed adatto a soddisfare il fabbisogno calorico.
×