Carissima Silvia, innanzitutto sei fortunata ad avere una nutrizionista così e da quanto mi dici vuole “liberare” i propri clienti. Due anni sono tanti e nella tua testa di cose – anche inconsciamente – ne passano. Chissà, ora è veramente il momento giusto, ora le cose sono maturate, ora una parola udita al momento giusto farà tutto per portarti avanti. Mi chiedi cosa succederà? Ti suggerisco di replicare per il prossimo mese questi tuoi successi di atteggiamento, serenità, visualizzazioni. Datti un mese e godi intensamente di questo tuo nuovo spirito di approccio. Poi, solo poi, tutto diventerà automatico. Questo è certo.
Básicamente, podemos decir que es como la dieta blanda triturada, alimentos fáciles de digerir para el organismo y que nos aporten los nutrientes necesarios para una correcta recuperación de la flora intestinal. Una vez toleremos este tipo de dieta podremos pasar a la dieta blanda, en la que comeremos sólidos, bien masticados, de forma que el organismo se vaya acostumbrando hasta llegar a una alimentación normal.
L’esercizio aerobico (per es. la corsa, passeggiare a passo veloce) e gli esercizi di forza (gli scatti, fare le scale di corsa) servono a bruciare grassi e migliorare la massa muscolare. I muscoli infatti costituiscono la massa magra che è metabolicamente più attiva e che brucia più calorie. Pertanto è inutile fare estenuanti sedute in palestra o concentrarsi solo su una parte del corpo per ridurre il peso (per esempio gli addominali) o applicare creme sciogli grasso, perché quando il corpo inizia a bruciare i grassi di riserva non li brucia in una zona precisa del corpo, ma nel suo complesso. Quindi l’esercizio fisico da prediligere è quello aerobico, mentre quello intensivo mirato serve solo a tonificare un muscolo, ma non a perdere massa grassa.

Ho rischiato la salute per mancanza proteica……una precisazione vorrei chiederti:anche i latticini cosiddetti magri come yogurt kefir ricotta sono ingrassanti per l effetto ormonale? Quindi non si può inserirli? Voglio perdere un po di peso e definirmi.vedo e sto bene con piu proteine e zero carboidrati quasi, solo che per stress mi capitava di scivolarci, ma se ho davanti uova e carne preferisco questi.perfino al mattino.per perdere grasso velocemente devo lasciar fuori i latticini se rallentano il metabolismo?
 Coinvolgere la mente inconscia per fare COME fanno le persone Magre Naturalmente ed eliminare abitudini non utili che provocano l’assunzione di cibo non per fame. Oggi lo sappiamo, la forza di volontà non basta. Per cambiare dobbiamo sfruttare la nostra motivazione intrinseca e – per farlo – è importante sapere COME PARLARE alla mente inconscia, cioé al cervello limbico.
arriva il Natale, ma c’è chi pensa già al dopo-feste, a come smaltire gli eccessi accumulati a suon di panettoni e torroncini. I consigli alimentari si rincorrono e a farsi avanti sono le diete più disparate, da quella a zona a quella Atkins, passando per la dieta dissociata fino alla controversa Dukan, il cui inventore è stato radiato dall’ordine dei medici francese. A mettere d’ordine tra le proposte, però, è lo studio apparso sull’autorevole rivista «Nutrition».
SanaExpert Figur Aktiv con glucomannano naturalmente estratto, è utilizzato per sostenere il trattamento dell'obesità ed il controllo del peso come parte di una dieta ipocalorica. Gli ingredienti sono tutti di origine naturale, in particolare, il glucomannano dalla pianta del Konjac si gonfia in reazione con l'acqua e può aumentare il senso di sazietà e il metabolismo energetico. Si tratta di un prodotto dietetico di alta qualità fabbricato esclusivamente in Germania per il trattamento dell'obesità e per il controllo del peso. 3000mg glucomannano sono raccomandati per il consumo giornaliero.
Si è visto dopo 6 mesi che le persone vegetariane avevano perso 6,2 chilogrammi mentre quelli che appartenevano all'altro gruppo solo 3,2 chilogrammi. Tutte e due le diete, dunque, si erano mostrate efficaci nel favorire il dimagrimento ma quella vegetariana aveva consentito di ottenere risultati doppi in quanto a perdita di peso. Ma c’è di più: grazie alla risonanza magnetica gli scienziati hanno potuto notare che, con una dieta prevalentemente su base vegetale, le persone avevano diminuito soprattutto la massa grassa. 

L’acqua è importantissima per la nostra salute, così come anche le altre bevande liquide ricche di vitamine, antiossidanti e minerali come, per esempio, i centrifugati di frutta e verdura. Più delle altre bevande, l’acqua ha senza dubbio una caratteristica fondamentale: non contiene calorie e possiede un altissimo potere drenante che aiuta l’organismo ad eliminare tossine e scorie, combattendo disturbi gastrointestinali, dolori addominali, gonfiore e molti altri disturbi. I benefici di questo tipo di dieta risiedono dunque, in primis, nel riuscire a drenare facilmente i liquidi in eccesso, idratare il corpo e favorire la digestione.
La cosa principale che determina l'efficacia di qualsiasi integratore sono i suoi ingredienti. Sono loro che fanno il lavoro e la parola integratore è solo un nome. Ad esempio, ci sono molti bruciatori di grasso con ingredienti completamente diversi. Si potrebbe supporre che tutti i bruciatori di grasso abbiano gli stessi, che spieghi, perché dopo tutto, sono chiamati bruciatori di grasso, ma questo non è il caso. La cosa che li distingue e determina se hanno l’effetto desiderato sulla perdita di peso sono i loro ingredienti.
Se hai controllato fuori tutte le vostre scatole e avete ancora fame, aggiungere porzioni extra di alimenti dalla vegetale o gruppo di fagioli al vostro piatto. È questo troppo cibo per voi? Tagliare i dolci prima, quindi sottrarre un grano porzione o due. Tuttavia, non si dovrebbe tagliare le calorie troppo basso. La maggior parte delle persone non dovrebbe mai scendere al di sotto di 1200 calorie al giorno.
Dallo studio emerge, dunque, che non c’è bisogno di eliminare i tanto temuti carboidrati, quando vogliamo dimagrire. «Non è scritto da nessuna parte che una dieta ipocalorica bilanciata debba escluderli», chiarisce Giacinto Miggiano, direttore del Centro di ricerche in nutrizione umana al Policlinico Gemelli di Roma. «I nostri organi, incluso il cervello, hanno bisogno del glucosio, che il corpo assume proprio dai carboidrati. Quello che si consiglia durante una dieta, di conseguenza, è ridurre il loro consumo e distribuirli meglio nell’arco della giornata».
Un consiglio da non sottovalutare, la modifica del rapporto dei macronutrienti deve avvenire diminuendo i carboidrati ed aumentando le proteine in modo lento e graduale, perché modificare le proporzioni molto velocemente può rivelarsi un grande errore, che rischia di causare diminuzione della massa muscolare, della forza e dalle resistenza, per non parlare poi della sensazione di deprivazione e letargia. Sebbene siano molto efficaci, i regimi alimentari a basso contenuto di carboidrati possono essere difficili da rispettare, soprattutto all'inizio.
×