Ciao Deb. Io in un anno e mezzo ho perso 28 chili però mi sono assestato tra gli 82/84 . Fino a 2 settimane fà andavo 3/4 volte in palestra ( facendo 40 minuti cardio e poi pesi ) e giocavo 2 volte a calcio . Il fine settimana diciamo mi la ia o andate nel mangiare e nel bere perciò rimanevo sempre costante con il peso . 2 settimane fà mi sono tolto una ciste sotto un dente e per colpa dei punti per 8 gg ho bevuto solo spremute e frullati. Da lì in poi il mio corpo Sta cambiando e nonostante controllo il peso che non supera gli 82 il mio peso sta scendendo e me ne accorgo dai vestiti e dalla cintura che ha perso un buco. Volevo chiederti come mai tutto questo cambiamento anche se per paura io sto mangiando tanto ma brucio tutto subito ??? E perché sto dimagrendo con i muscoli dato che non vado in palestra o altro????
Hо piantо соme una fоntana prima di riprendermi. E mi sоnо ripresa, сertо, ma erо anсоra grassa! Hо соminсiatо a prоvare di tuttо allо stessо tempо, prоbabilmente соme le altre ragazze stupide quantо me. Mi sоnо messa a dieta e hо соminсiatо a fare spоrt. Mi alzavо all'alba, mangiavо uоva сrude (nоn fatelо!) e mi trasсinavо fuоri, tirandоmi dietrо le mie gambe grasse. Hо rinunсiatо ai fritti, mi sоnо isсritta in palestra, hо соmpratо tisane dimagranti e riempitо il frigо di уоgurt. Un trattamentо соmpletо, per соsì dire. Pensate сhe sia servitо a qualсоsa?
I vegetariani scelgono di non mangiare carne, che include il pollame, carne di maiale, manzo e frutti di mare. I vegani scelgono di non mangiare tutto ciò che proviene da un animale, tra cui carne, latticini, uova, e nella maggior parte dei casi, il miele. I vegani anche scegliere di non indossare prodotti di origine animale, come la pelle, seta e lana. Le persone possono scegliere di adottare una dieta vegetariana o vegana per motivi morali o di salute.
Nella dieta non devono mancare le proteine, quindi bisogna fare attenzione a non esagerare con la pasta vegana. Meglio ingegnarsi in cucina per inserire sia le proteine che i grassi buoni nell’alimentazione (e non solo i carboidrati). Per avere qualche idea in più, scarica l’app Runtasty e dai un’occhiata alle tantissime ricette vegane come lo smoothie banana e frutti di bosco o la zuppa di zucca e patate dolci, così saprai sempre cosa cucinare.

Latto-vegetarianesimo, noto anche come ovo-latto-vegetarianesimo. Secondo le linee guida, questa dieta è considerata la forma meno restrittiva di vegetarianesimo. Consiste nella rigida esclusione dalla dieta dei seguenti prodotti: carne, pollame, pesce, frutti di mare. Tuttavia, essa consente il consumo di altri prodotti di origine animale, quali uova, latte, prodotti lattiero-caseari e miele. Sebbene il consumo di prodotti lattiero-caseari sia consentito, si tratta di un argomento discutibile. Il latte contiene un enzima chiamato caglio, sottoprodotto della macellazione del bestiame. I vegetariani dovrebbero pertanto prestare particolare attenzione alle etichette dei prodotti che acquistano. Se sulla confezione è indicato il caglio, non dovrebbero acquistare tali prodotti. A causa della grande varietà di proteine animali nella dieta di latto-vegetariani, sembra relativamente facile bilanciare la dieta.

Le verdure contengono tante fibre che aiutano a perdere peso e il loro consumo regolare può rendere una pelle luminosa. Dato che il mio matrimonio si sarebbe tenuto da lì a un mese, ho iniziato subito. Il primo giorno non è stato difficile, a colazione ho mangiato diverse varietà di frutta e verdura; per pranzo mi sono preparata e portata al lavoro un'insalata con lattuga, pomodori, carote, cetriolo, mela e una spruzzata di aceto; per cena mi sono religiosamente abbuffata di frutta. In effetti, ho mangiato come un porcellino: tanto sapevo che non sarei ingrassata. La prima settimana è passata liscia, anche se ho scoperto che la frutta non è economica come pensavo e ho avuto qualche problema al momento di andare in bagno (ci siamo capite). 


Aumentate l'apporto di fibra. L'aumento considerevole dell'apporto proteico richiede anche l'aumento di fibre solubili e insolubili; vi consiglio di usare integratori di Fibre e di consumare più frutta e verdura. L'intestino potrebbe impiegare un po' di tempo a adattarsi a questo cambiamento alimentare. Consiglio di aumentare l'apporto di Fibra in modo graduale in modo che l'organismo si abitui a "digerirla". Iniziate con una dose giornaliera di 3 g ad un pasto di cibo solido, aumentandone una porzione in più ogni sei giorni, fino ad arrivare ad integrare quattro pasti  su sei  al giorno. Assumere fibre subito dopo un pasto di cibi solidi rallenterà l'assorbimento e migliorerà l'utilizzo delle sostanze nutritive.
×