A dieta consiste na substituição de alimentos sólidos como arroz e feijão por sopas, pães por vitaminas de frutas, entre outros que iremos comentar mais adiante. Por ser uma dieta hipocalórica (baixa em calorias), é recomendado que seja feita pelo período de 2 a 4 dias para evitar uma restrição calórica e de nutrientes muito grande, o que pode causar fraqueza, dores de cabeça e outros sintomas. Depois desse período, é importante manter uma alimentação equilibrada para que não haja ganho do peso que foi perdido.
Alcuni alimenti di uso comune come il caffè, integratori ad azione noradrenergica, come la sinefrina, e l'efedrina, sembrano essere dotati di blanda azione anoressizzante. Anche alcuni eccipienti e integratori alimentari, come diverse gomme alimentari (gomma adragante, gomma di guar) e polisaccaridi quali il glucomannano, vengono comunemente usati per la loro capacità di anticipare il senso di sazietà in base ad un'azione meccanica di riempimento dello stomaco. La loro reale efficacia in senso anoressizzante non è però scientificamente accertata. Alcuni soppressori naturali dell'appetito si basano su Hoodia, un genere di 13 specie di piante della famiglia delle Apocynaceae, sottofamiglia Asclepiadoideae. Diversi soppressori dell'appetito commercializzati come preparati da banco, sono basati su un mix di ingredienti naturali, per lo più con il tè verde come base, in combinazione con altri estratti vegetali come la fucoxantina, che si trova naturalmente nelle alghe. Molte sostanze di questa classe sono spesso degli stimolatori della famiglia delle fenetilamine, molto simile a quella delle amfetamine.
Quindi ci resta la dieta, cioè gli alimenti che mangiamo. Mentre siamo in questa fase di dieta ipocalorica/ipocarboidratica, ALZIAMO GLI ACIDI GRASSI. Dopo 3-4 giorni di esposizione ad una concentrazione aumentata nel sangue di acidi grassi i recettori alfa-2 vengono naturalmente inibiti, senza gli spiacevoli effetti collaterali delle sostanze vietate di cui sopra. Combinato con l’HIIT, diventa una miscela esplosiva per ridurre il grasso ostinato che tanto ci tormenta.

Verdure: Ogni volta che si sente fame, mangia verdure fresche. Verdure come cavoli, spinaci e broccoli hanno un basso contenuto calorico e di una elevata quantità di fibra. Fibra aiuta ad eliminare le voglie di cibo per un lungo periodo di tempo. Cavolfiore, cavolini di Bruxelles, piselli e carote contengono anche elevate quantità di fibre. Poiché queste verdure sono ingombranti, riempiono lo stomaco immediatamente e sopprimere la fame. Bere succo di verdura prima dei pasti è anche una buona opzione. 

If a payment is not successfully settled due to expiration, insufficient funds, or otherwise, and you do not contact us and timely edit your payment method or cancel your account, you remain responsible for any uncollected amounts and authorize us to continue billing the payment method, as it may be updated. This may result in a change to your payment billing dates and/or other charges from your issuer.
Personally Identifiable Information. Each time you provide or transmit information via the Site or speak with a customer service representative on the phone, We may obtain personal information from you, including: "Contact Data" (e.g., email address, name, address, telephone number(s), and carrier); "Financial Data" (e.g., credit or debit card number, expiration date, verification code, and bank account information); and "Demographic and Legal Data"(e.g., sex, age, zip code, other survey data, and social security number) (collectively, "Personal Information").
Sicuramente brevi refeed sono positivi, nel senso che ripristinano il glicogeno, interrompono il catabolismo e inducono una risposta anabolica. Ma c’è bisogno di un refeed più lungo per invertire i cambiamenti metabolici causati da una restrizione calorica. Dall’altro lato, il pericolo che si corre è che si accumuli di nuovo del grasso in eccesso, vanificando il periodo precedente di restrizione calorica.
In questa fase noi vogliamo massimizzare la perdita di grasso corporeo. Ma non solo, noi vogliamo anche massimizzare il risparmio proteico. Come possiamo fare tutto ciò? Prima di tutto partiamo con la premessa che la fase a basso contenuto di carboidrati non è molto ricca di grassi nel senso che i pochi grassi che saranno concessi diverranno quasi esclusivamente da MCT (medium chain triglycerides, trigliceridi a catena media, per esempio forniti dall’OLIO DI COCCO) e da DAG (di-acil glicerolo, in abbondanza negli olii di semi).

Un regime alimentare corretto infatti non dovrebbe concentrarsi unicamente sulla perdita di peso. Questo, anzi, dovrebbe essere un aspetto secondario, una piacevole conseguenza di una dieta che punta invece e innanzitutto a migliorare lo stato di salute interno dell'intero organismo, e non solo quello esteriore. Qualsiasi persona con un minimo di nozioni in nutrizione può creare un piano dietetico che permetta a chiunque di perdere peso in modo veloce, ma solo medici e professionisti esperti ed aggiornati sono in grado di concepire regimi alimentari, basati sulle più recenti scoperte scientifiche, in grado non solo di far perdere il peso in eccesso, ma soprattutto di migliorare lo stato di salute, di curare e prevenire tutte quelle malattie legate ad un alimentazione squilibrata.


Come vedete è possibile dimagrire anche se il peso rimane costante. Tuttavia per dimagrire aumentando la massa muscolare e diminuendo quella grassa non per forza il peso deve rimanere costante! Ovviamente se in valore assoluto l’aumento del peso a carico della massa magra è superiore alla diminuzione della massa grassa il peso aumenta, se invece l’aumento del peso a carico della massa magra è (in valore assoluto) inferiore alla diminuzione della massa grassa il peso diminuisce.
Un altro punto di questa premessa, da comprendere e assimilare, è che quasi tutti i piani dietetici nel breve termine funzionano, è vero, permettendo di perdere anche molto peso in poco tempo. Molte persone si sentono meglio dopo pochi giorni di dieta, ma questo non è risultato un indice di qualità. La maggior parte della gente ha un'alimentazione quotidiana pessima e squilibrata, e quando passa ad una qualsiasi dieta studiata anche dal più incompetente dietologo, è spesso normale che si senta meglio, e magari con più energie, soprattutto nei primi tempi.
Testare una prescrizione o un medico raccomandato soppressore dell'appetito per un periodo di prova di due settimane per determinare se è la giusta misura. Alcuni soppressori hanno effetti collaterali fisici che colpiscono persone diverse in modi diversi. Si consiglia di lavorare con il vostro medico per trovare un soppressore alternativa se gli sforzi iniziali non funzionano.

Fatti una promessa. Perdere grasso richiede tempo, energia, sacrifici. Ci saranno momenti in cui sentirai la mancanza di cibi che ami, o sarai stanco di sentire i muscoli indolenziti dopo l'allenamento. La determinazione è uno dei più importanti fattori nel decretare il successo di una dieta. Senza di essa, ricadrai nelle vecchie abitudini e guadagnerai più peso di quello perso fino a quel momento.
×